Post di Viaggio

Pirano, una stretta lingua di terra protesa verso il mare

Quando si parla di Istria
non tutti pensano immediatamente alla Slovenia, più conosciuta per i bei sentieri
delle sue montagne e le località sciistiche.
Eppure sulla costa
slovena, dove il mare incontra l’altopiano carsico, in soli 45 chilometri si susseguono cittadine rivierasche molto belle
, le cui architetture riportano
le tracce dell’influenza veneziana.

Arriviamo a Pirano in fuga dal rigido inverno
di Lubjana. Sulla costa la temperatura è decisamente più gradevole e la splendida giornata di sole rende
ancora più scenografica questa cittadina, situata su una lingua di terra
protesa verso il mare: case colorate, strette le une alle altre, vicoli, piccole piazzette. 

Occorre lasciare l’automobile all’ingresso di Pirano, in grandi parcheggi custoditi. Di qui una “passeggiata con vista” sulla bella cittadina vi porterà in centro in circa un quarto d’ora ma, se siete pigri, potrete prendere una delle comode navette che in pochi minuti arrivano nel centro.  

Lungomare di Pirano
Il lato meridionale del
promontorio di Pirano, piatto e riparato dai venti, costeggia le case e raggiunge il punto più a nord, Punta Madonna, e il caratteristico
faro,
alto 10,5 metri e circondato da pareti in muratura spesse. Secondo alcuni la costruzione odierna sorge proprio nel luogo dove sorgeva un antico faro risalente all’epoca della colonizzazione greca. La leggenda invece racconta come, ad avvertire in passato i marinai della presenza della penisola, erano delle torce segnaletiche. Il nome di Pirano trarrebbe origine proprio da questo fatto, ossia da “pyr”, parola greca che significa fuoco.  
Punta Madonna e il faro

Il lungomare di Pirano ci trasmette tutto il fascino del mare in inverno, con le sue gradazioni di blu intenso, il silenzio e la tranquillità dei luoghi di mare che poi la stagione estiva trasforma in altri luoghi.  

Non ci lasciamo scappare l’occasione, visto la bellissima giornata, di mangiare all’esterno, scaldati dal sole, sulla terrazza riparata di uno dei ristoranti del lungomare. Noi abbiamo scelto il Pavel (c’è anche il Pavel 2 che è attiguo): pesce freschissimo e vista mozzafiato!   

Lungomare di Pirano

Una passeggiata nel
centro di Pirano conduce alla Cattedrale di S.Giorgio, seicentesca, in stile barocco veneto, e al suo campanile, costruito a somiglianza del campanile di S.Marco a Venezia, staccato dalla chiesa tanto da sembrare un faro che svetta sull’intera penisola. L’edificio ottagonale che fa parte del complesso ecclesiastico è il battistero, anch’esso seicentesco, al cui interno si trova una fonte battesimale ricavata da un sarcofago romano della prima metà del II secolo.

Campanile del Duomo di S.Giorgio
ll percorso è un po’ in salita, perché il Duomo seicentesco si trova nella parte nord che sale verso l’alta scogliera, ma ripaga con bellissime vedute: a ovest Piazza Tartini e il porto, a est le scarpate che fiancheggiano le mura difensive che corrono lungo il crinale del colle Mogoron. Ben 7 porte in passato proteggevano Pirano dalla minaccia di invasione dei Turchi.
Queste zone sono state abitate fin dall’età del bronzo e Pirano è stata colonia greca, romana, bizantina fino a quando, nel 1283, venne annessa a Venezia. 
E’ proprio l’amministrazione veneziana, durata circa 500 anni, ad aver lasciato un segno indelebile nelle architetture dei suoi edifici che si affacciano su strette calli e piccole piazzette interne, come Prvomajski Trg (Piazza I Maggio), cuore della città fin dal Medioevo.
Splendido esempio dell’architettura gotico veneziana è la Casa Veneziana (la piccola casetta rossa che vedete nella foto), che risale alla prima metà del XV secolo. 
Piazza Tartini

La Casa Veneziana non è l’unico punto di interesse della bella Tartinijev Trg, Piazza Tartini. Al centro infatti si trova la statua di Giuseppe Tartini, il compositore che nacque a Pirano nel 1692, al quale la piazza è dedicata, e tutt’intorno edifici storici di stile diverso, tra i quali spicca la facciata del municipio neoclassico.

Se volgete lo sguardo verso il mare Piazza Tartini si affaccia sul piccolo porticciolo turistico, anticipato da due pili portastendardi del 1466.
Porto turistico di Pirano
E ritornando verso il parcheggio, Pirano ci saluta con uno splendido tramonto…

Tramonto su Pirano

Per altre informazioni sulla Slovenia, leggi i post:
Il lago di Bled, wellness e romanticismo in Slovenia 
Lubjana, magiche atmosfere natalizie

Leave a Reply

Instagram